logo guide

Cratere Centrale dell'Etna visto dal Cratere di Nord Est

Cratere Centrale dell’Etna visto dal Cratere di Nord Est

L’attività eruttiva del vulcano Etna nel mese di Settembre 2017 non ha subito grosse variazioni rispetto ai mesi precedenti. Secondo le osservazioni effettuate dalle nostre Guide Vulcanologiche, continua senza sosta il processo di subsidenza che sta interessando in modo particolare la Bocca Nuova (Ovest). Essa presenta, ad occidente, un grosso cratere per sprofondamento degassante, mentre a oriente è caratterizzata dalla presenza di fratture circolari che evidenziano la direzione del movimento delle rocce verso l’interno del fondo caterico, segno evidente di un processo in costante evoluzione.

Foto scattata dall’orlo orientale della Bocca Nuova che ritrae il pozzo per sprofondamento formatosi ad occidente.

Foto scattata alla porzione orientale della Bocca Nuova che presenta le fratture circolari e la nicchia di distacco generata al seguito di un collasso più consistente avvenuto nel periodo fra ottobre e dicembre 2016. Sullo sfondo la Voragine e il Cratere di Nord Est.

Continui infatti, risultano essere i crolli di porzioni di roccia che spesso generano suoni riconducibili allo scivolamento di detriti lungo un pendio, accompagnati talvolta da piccoli pennacchi di cenere molto diluita. Questo processo sta via via formando una sorta di nuovo diaframma divisorio, tra la Bocca Nuova e la Voragine, che invece sembra sia interessata da un processo di contrazione più lento.

Pit Crater presente lungo la parete orientale interna della Voragine

Continuano le emissioni di gas ad alta temperatura a carattere pulsante, dal pozzo per sprofondamento formatosi il 7 agosto 2016 lungo la parete orientale interna della Voragine.

Il Cratere di Nord Est invece, presenta soltanto una diffusa attività fumarolica alla base della parete meridionale interna del cratere, mentre lungo il medesimo versante all’esterno, sono presenti delle fratture ad alta temperatura in direzione della grossa depressione che si è messa in posto tra lo stesso e la Voragine durante le attività eruttive dal 18 al 23 maggio 2016. Porzioni incandescenti sono state osservate anche lungo l’orlo craterico nord orientale della Voragine.

A partire dal 20 settembre 2017 sono state osservate delle sporadiche emissioni di cenere generate dalla bocca apertasi sulla sella morfologica tra il vecchio e il nuovo Cratere di Sud Est durante l’evento esplosivo la notte del 27 aprile 2017. Tali emissioni erano costituite da materiale vecchio di colore bruno, non accompagnate da boati distinti. Esse sono state osservate rispettivamente il :

  • 20 settembre 2017 alle ore 17:16
  • 21 ”               ”         alle ore 11:17
  • 21 ”               ”         alle ore 12:22
  • 21 ”               ”         alle ore 15:18

Qui di seguito le foto relative alle stesse da entrambi i versanti:

20/09/2017 – ore 17:16

21/09/2017 – ore 11:17

21/09/2017 – ore 12:22

21/09/2017 – ore 15:18

Articolo scritto da : Vincenzo Greco G.V.

Guide vulcanologiche Etna Nord - Logo

Guide Vulcanologiche Etna Nord
Email: [email protected]
Facebook: Guide Vulcanologiche Etna Nord 

Indirizzo
Via Provenzana, 35, Ufficio Guide Vulcanologiche Etna Nord, 95015 Linguaglossa CT
Tel: 3455741330

 

© Guide Vulcanologiche Etna Nord – Legge 22 aprile 1941, n. 633
Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio.

Il nostro gruppo è composto da Guide appartenenti al Collegio Regionale delle Guide Alpine e Vulcanologiche della Sicilia, la normativa italiana prevede che tali figure professionali siano le uniche abilitate a condurre gruppi nei vulcani attivi ed in tutto il territorio dell’isola (Legge quadro del 2 gennaio 1989 n° 6 e Legge regionale del 6 aprile 1996).

Guide vulcanologiche Etna Nord - Logo

Subscribe To Our Newsletter:

Join our mailing list to receive the latest news and updates from our team.

You have Successfully Subscribed!

Pin It on Pinterest

Share This